Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

lunedì 15 ottobre 2012

Rifatte senza glutine: pasta alla crema di peperoni, rifatta da Anna e Gianna

 
DSC_0736
 
Oggi, dopo una lunga pausa estiva, riparte la nostra iniziativa delle Rifatte senza glutine. Chi dovesse incappare qui per la prima volta, o come me fosse un po’ distratto e smemorato e volesse un promemoria, troverà qui la spiegazione di come e perché è nata questa iniziativa.


bannerrifatte


Oggi la RR (Ricetta Rifatta) è quella della pasta alla crema di peperoni, di Elena, ed esattamente come tutte le altre ricette dell’iniziativa (credo che tutte noi dopo averci pensato molto abbiamo scelto una ricetta che sapevamo particolarmente gradita al palato) è una sinfonia.  
 
Elena è per me una persona speciale. Sì, lo so bene, su internet si sprecano, e spesso del tutto a sproposito, frasi di questo tipo. "Oh che bella persona sei, si sente che sei proprio speciale"….. Ecco, approfitto di questa occasione per dire che se faccio un complimento ad una persona, è perché lo sento. Se non lo sento, non sono capace di farlo. Magari non dirò mai “senti tizia, mi stai proprio sulle scatole e ti ritengo di una pochezza mentale mostruosa”…. però a quella stessa persona non sarò mai capace di fare un falso complimento.  Questo per dire, semplicemente, che Elena è per me una persona speciale “davvero”, e non perché va di moda dirlo sul web. Con lei, che pur non conosco personalmente, ho fatto lunghe chiacchierate al telefono. Mi ha chiamata quando aveva bisogno di una spalla amica, o per condividere il piacere di una ricetta...ma soprattutto… soprattutto, lo ha fatto quando sapeva che stavo annegando in un pozzo infinito di dolore. Abbiamo pianto insieme, trovando l’una nell’altra conforto, e l’una per l’altra le parole giuste. Abbiamo riso tra le lacrime, e deciso in silenzio che l’amicizia può nascere, oh se può nascere, anche tra persone che non si sono mai incontrate materialmente. Le ho promesso che un giorno le piomberò in casa e… lo farò. La Sicilia è una terra che amo, dove vivono persone che amo, ed ho in programma di tornarci non appena mi sarà  possibile per riabbracciare vecchi e grandi amici che non vedo da troppo tempo, e per conoscere lei, finalmente: Elena, del blog “celiaca pasticciona”, che tutto è fuorché pasticciona, e che nell’elenco delle ricette per “Rifatte senza glutine” ha inserito questa, facile, gustosa, profumata e colorata. Come dicevo all’inizio del post, una sinfonia.
 
DSC_0738

La ricetta di Elena, che ho eseguito senza praticamente nessuna variazione escluso nel formato della pasta:

Ingredienti per 4 persone: 2 spicchi di aglio, ½ cipolla bianca, 2 peperoni rossi, 2 pomodori medi maturi (altrimenti una scatola di polpa di pomodoro o pomodoro pelato fatto a pezzi), 1 confezione di panna da cucina ( nel 2012 queste sono senza glutine: yochef Parmalat e Chef Leggera Parmalat) o panna liquida fresca (quella da montare naturale, senza nessuna aggiunta di zucchero) oppure latte (io ho usato la panna uht di marchio Esselunga), 1 ciuffo di basilico, sale, pepe e olio e.v.o. quanto basta.
400 g di fettuccine (io ho usato quelle senza glutine della Bioalimenta, buonissime; ne ho messe un po’ di più dato che un po’ squagliano nell’acqua di cottura). Mentre io ho usato i fusilli trafilati al bronzo di marchio Nutrifree,
 
Prima di tutto sbollentare in acqua calda i pomodori per 5 minuti e privarli di semi e buccia. In una padella antiaderente fare soffriggere in un filo di olio e.v.o.  la cipolla tagliata con gli spicchi di aglio aperti a metà; aggiungere i peperoni tagliati a pezzettini e procedere con la cottura a fuoco medio. A metà cottura aggiungere i pomodori fatti a pezzi e far cuocere per circa 10 minuti. Passare tutto al passa pomodoro o centrifugare con il Minipimer (io ho usato il Bimby, ed ho lasciato intatta qualche strisciolina di peperone che avevo tagliato apposta allo scopo di farne una piccola decorazione). Verrà fuori una crema. Aggiungere la panna liquida e il basilico tritato, mettendone da parte un po’ per guarnire i piatti alla fine. Se si sceglie di usare il latte servirà un cucchiaio raso di amido di mais o di riso setacciato con un piccolo colino per addensare la salsa.
Salare e pepare.
Cuocere la pasta e farla saltare nel sughetto. Uno sballo!
Buon appetito!
 
DSC_0725

Sì, uno sballo direi che è proprio la parola giusta, Elena!!! Familiari ed ospiti hanno gradito moltissimo, e come preannunciato da te, è un piatto che anch’io temevo poco digeribile e che invece mi ha fatto dormire sonni tranquilli ed indisturbati.
Ed ora….. squilli di tromba!!!!!!! …anche questo mese ospito una persona che mi ha contattato qualche mese fa attraverso questo blog, e che per puro caso si chiama Gianna, come l’altra mia ospite di fine estate. Come ho fatto per la prima, lascio la parola a lei affinché si presenti da sola.


Buongiorno a tutti, tempo fa ho inviato un messaggio ad Anna (senza conoscerla) più o meno così…

“Buongiorno Anna, la mia più cara amica che, al contrario di me, non ama il web, ha una figlia celiaca. Ho curiosato in alcuni blog, e devo dire che il tuo è una manna… un pozzo senza fondo, dal quale attingere consigli, suggerimenti e, ovviamente, ricette. Ne ho scaricate alcune per la mia amica, che ha già sperimentato con successo. Complimenti davvero!!! Le ricette sono semplici e spiegate molto-molto-molto bene!!!

Ho spulciato anche in “Rifatte senza glutine”…..

Se ti facesse piacere aggiungere un’amica… bè, io sarei disponibile… altrimenti grazie per i preziosi consigli “
Il giorno dopo ho risposto, con molto piacere, alla richiesta di amicizia che Anna mi aveva inviato ed ora sono qui, sempre grazie a lei che mi ospita…

Ho rifatto la ricetta di Elena, almeno ci ho provato. A voi il giudizio… grazie a tutte e soprattutto a te, Anna!!!
 
 
PASTA CON I PEPERONI

Ingredienti per 4 persone: 1 spiccio d’aglio, 2 peperoni: 1 rosso e 1 giallo (per fare colore), 2 pomodori perini maturi, 1/2 confezione di panna da cucina,  qualche fogliolina di basilico e di prezzemolo, un pizzico di sale e olio evo q.b., penne rigate (linea senza glutine Coop)

IMG_1166

Procedimento: Ho arrostito i peperoni nel forno a 200° fino a quando ho visto la pelle gonfiarsi ed abbrustolirsi. Li ho fatti raffreddare in frigo prima di spellarli (si fa più in fretta). Dopo di che li ho tagliati a pezzetti irregolari.
Intanto ho spellato a vivo i pomodori, li ho messi in padella con lo spicchio d’aglio tritato finemente, l’olio e le foglioline di basilico tritate.

IMG_1150  IMG_1153

   Ho fatto soffriggere il tutto ed appena i pomodori cominciavano a disfarsi ho unito i peperoni, che essendo già cotti, avevano solo bisogno di amalgamarsi al pomodoro e sciogliersi un po’.

IMG_1157  IMG_1159

Ho unito la mezza scatolina di panna e pochissimo sale.
Nel frattempo ho messo a bollire la pasta, l’ho portata quasi a fine cottura e poi l’ho fatta saltare per pochi minuti nel sugo di peperoni.
Ho impiattato, decorato il piatto con le foglioline di basilico e di prezzemolo e portato in tavola ed ora, per onorare la gentile persona che mi sta ospitando,…

 
images (67)

…LECCHIAMOCI I BAFFI !!!!!!!


Ah ah ah...... quest'ultima frase non poteva mancare dopo una ricetta così!!!! Grazie Gianna e soprattutto grazie mia fantastica Elena  ♥♥♥♥♥♥♥


Nota importantissima:  le Rifatte senza glutine torneranno nel web il 15 novembre con la ricetta di Oxana:Blinis alla zucca, farina di ceci e ricotta

SONY DSC

27 commenti:

  1. Buona giornata Anna e complimenti per il termini RR: mi piace moltissimo!! Poi si sa che questo primo piatto è una bomba: non so quante volte l'ho fatto e rifatto complimentandomi con Elena! Le roselline di peperone sono carinissime! Un saluto alla tua ospite.

    RispondiElimina
  2. La pasta è davvero da leccarsi i baffi, confermo e sottoscrivo :) Ma no schiodo gli occhi da quelle roselline di peperone, sono deliziose. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Anna mi sono commossa...dico solo questo:
    ti voglio "davvero" bene
    e spero di conoscerti molto presto!
    P.s.: preparati alle leccatine dei miei cagnolini!!!!

    @Gianna: sono felice che tu abbia partecipato e che ti sia piacviuta :))))

    RispondiElimina
  4. sapessi come siamo contente di leggere che le Rifatte permettono di fare nuove amicizie... siamo quasi commosse!!

    grazie per la doppia partecipazione... dobbiamo studiare bene come fare per aggiungere Gianna

    RispondiElimina
  5. Le roselline di peperoni sono il tuo inconfondibile tocco di classe. Complimenti! Ciao, Alessia
    P.S. Gianna: benvenuta tra le Rifatte! :-)

    RispondiElimina
  6. Ma che belle rifatte, quei "rotolini" sono davvero invitanti Anna.
    Bella l'amicizia, sono d'accordo con te :)

    RispondiElimina
  7. Troppo buone...bella presentazione!!! Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  8. Ciao Anna, io, purtroppo (o per fortuna), ho un pessimo carattere, non lego con le persone e sono "diversamente simpatica", quindi qui nel web non godo di buona fama però c'è anche chi mi vuole bene e mi apprezza, purtroppo una delle persone che mi volevano bene e mi accettavano per quella che sono è mancata 2 settimane fa, lasciandomi davvero sola.
    Dal web ho avuto molti dispiaceri e ho alzato la guardia...ma questo non c'entra con questa pasta meravigliosa che ha deliziato anche il mio "ello" che mentre la preparavo mi ha detto: "io non mangio peperoni", com'è finita? Ho dovuto rifarla ieri sera :-D Buona settimana e alla prossima :-)

    RispondiElimina
  9. Ottima presentazione, soprattutto quei bei riccioletti di peperone ^_^ Ok. Mi avete convinto. Stasera pasta con crema ai peperoni ;-) Baciotti

    RispondiElimina
  10. ma che carine quelle roselline di peperoni!!! che idea da rubare subito subito

    RispondiElimina
  11. che piatto fantastico... ottima presentazione, adoriamo le tue roselline... un bacino dalle spuntine

    RispondiElimina
  12. Wowwwwwww,ma che presentazione spettacolare ! Avrei voglia di sfondare il monitor...comunque ho conservato un vasetto,per rifarle ancora...sono strepitose ! Un bacione Roby ! :-)

    RispondiElimina
  13. Fantastico piatto... e il tocco di classe peperon rosette come poteva mancare da te? impossibile!!
    Complimenti , favolosa come sempre Anna!!! Anche nei racconti, intensi, dolci, delicati.
    Un fortissimo abbraccio !!

    RispondiElimina
  14. Bellissima presentazione complimenti!

    RispondiElimina
  15. Direi che è il massimo pubblicare insieme due belle versioni della stessa ricette.
    Le tue roselline hanno colpito anche me come tutti gli altri blogger che hanno commentato prima di me, è veramente una bella idea.
    Ed il leone è la chicca finale :))))

    RispondiElimina
  16. ma che bella idea le roselline e che presentazione scenografica, complimenti a te e alla new entry Gianna.

    RispondiElimina
  17. tutto quello che hai detto di Elena è vero, è una persona genuina e di cuore, molto generosa e quando ti serve lei c'è...ma non glielo dire che te l'ho detto se no si monta la testa ;-)) scherzi a parte di pasticciona non ha nulla, anzi è scienifica nelle cose che fa specie nelle ricette...fa paura!! questa pasta è stata molto apprezzata e sono contentissima che di averla scoperta. quelle roselline di peperoni sono un amore :-D buona settimana cara e bacioni :-X

    RispondiElimina
  18. Complimenti a tute due, Anna e Gianna!!
    I vostri piatti fanno venire l'acquolina!!
    Anto:o)

    RispondiElimina
  19. Due ricette, due versioni splendide davvero. Intensa la storia da te raccontata proprio come sono intensi i profumi ed i sapori di questo piatto! Grazie per il commento che hai lasciato da me e a rileggerci presto♥

    RispondiElimina
  20. Che bella questa pasta tutta fiorita, bravissima! Sono troppo felice che siano ricominciate le rifatte, mi piace molto questa doppia partecipazione, complimenti anche alla tua ospite ;) Un bacione e alla prossima ricetta!

    RispondiElimina
  21. Senti questo post mi ha commossa e tanto....ho la lacrimuccia..Siete persone speciali, ecco....VI mando un oceanico abbraccio

    RispondiElimina
  22. belle queste amicizie che nascono così. a dimostrazione del fatto che non è vero che la rete è un luogo di stupidaggini e di superficialità, possono nascere anche dei rapporti veri di persone vere che si vogliono veramente bene.
    e bella anche l'ospitalità che dai a gianna, quella versione in tandem è molto bella!
    insomma, post proprio pieno di vita ed emozioni!

    RispondiElimina
  23. Anna, ho avuto la fortuna di conoscere Elena e anche se non ho condiviso con lei tutto quello che vi ha unito mi sono resa conto subito di che persona meravigliosa sia!!! Questo gruppo è una forza continua, un sostegno, e questa iniziativa delle rifatte ci permette di staccare ogni 15 del mese, chi il 16 altri il 17 e di ritrovarci tutte, goderci queste splendide foto e pensare di aver gustato tutte lo stesso sapore......

    RispondiElimina
  24. ottime ricette....complimenti a voi..e continuate cosi'!!
    un abbraccio e Grazie x il commento!!

    RispondiElimina
  25. Una ricetta davvero buonissima.Magnifiche sono queste amicizie virtuali,altro che stupidaggini.Anch'io avendo un amico celiaco, prendo spunto dai vostri blog. Grazie a tutte!!!

    RispondiElimina
  26. Ma quanto è bello il web che fa incontrare tante persone diverse, distanti, ma unite da questo filo di solidarietà!
    Complimenti anche alla tua ospite che cucina senza glutine per la figlia di una amica...mi fa commuovere!

    RispondiElimina