Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

martedì 20 novembre 2012

Due graditissimi premi e… torta soffice cioccolato e pere.

 
Cecilia e Viola sono due bloggers che gestiscono insieme un blog di cucina... e fin qui poco di inusuale. La cosa che trovo davvero molto bella è che sono mamma e figlia. Si raccontano qui, sicuramente meglio di come potrei fare io, e vi invito caldamente a leggere ciò che scrivono di loro stesse. Il motivo per cui questo post inizia con i loro (bellissimi) nomi è che  mi hanno passato un premio, anzi due :)

Il primo è questo:



 
Usando le loro stesse parole: "un riconoscimento creato dallo scrittore spagnolo Alberto Zambade il quale nel 2008 concesse nel suo blog Leyendas " El Pequeno Dardo" il seguente premio ai primi quindici blog selezionati da lui e dal quel momento il premio iniziò a circolare su internet. Secondo il suo creatore, questo premio vuole "riconoscere il valore di ogni blogger, per il suo impegno nella trasmissione di valori culturali, etici, letterali e personali". Esprimendo in ultima analisi la loro creatività, attraverso il suo pensiero rimane vivo innato tra le sue parole."

A dirla tutta non è questo blog che lo ha vinto bensì questo... il mio blog... come chiamarlo? di pensieri ed elucubrazioni mentali, molto meno frequentato di questo ma più vecchio e più personale. Lo amo moltissimo... ed il premio mi ha fatto un piacere immenso.

Il secondo, che invece è dedicato a questo blog di cucina, è il seguente:



... e mi ha fatto altrettanto piacere, perché è vero che è un blog di nicchia, dedicato alla cucina senza glutine, ma è anche vero che ogni tanto divago e che cerco di coinvolgere anche chi celiaco non è con ricette semplici ed ingredienti facili da reperire.

Come già detto in altre occasioni e come ho spiegato a loro, pur facendomi piacere i premi mi mettono in difficoltà per l'impegno che comportano. Parlare di me tra l'altro, che è più o meno quello che si deve fare per ogni premio ricevuto, io lo faccio continuamente (ma sì anche troppo, lo so, lo so)... inoltre passare un premio a chi sì e chi no, con tutte le persone che nel tempo ho conosciuto sia pur solo virtualmente o telefonicamente ma che comunque ho conosciuto ed apprezzato attraverso questo blog, mi sembrerebbe fare un torto a chi non lo riceve... per cui già altre volte ho glissato e fermato questa pur gradevole catena.
Insomma non me ne vogliano Cecilia e Viola. Non me ne vogliano tutte le blogger che questi premi li vorrebbero. Come ho fatto in altre occasioni, io li dedico e li passo a tutti i miei lettori fissi ed a tutte le foodbloggers con le quali in un modo o nell'altro, in questi circa due anni da quando ho aperto queste pagine, ho comunicato, parlato, chattato, visitato, chiesto e risposto in un rapporto bellissimo che mai avrei immaginato di scoprire.
Per cui grazie a Cecilia e Viola, grazie di cuore, ma come ha detto qualcuno più simpaticamente di me, io sono egoista e questi premi me li tengo tutti per me!!!


Dopo di che passo alla ricetta di oggi, una goduria cioccolatosa, morbida, profumata, che proviene dal ricettario del Bimby, dove naturalmente viene usata farina 00 che ho egregiamente sostituito con altre senza glutine. Altra modifica sta nel ripieno, perché nel ricettario le pere vengono ricoperte da cacao in polvere: l’ho fatto così la prima volta, ma l’ho trovato un po’ asciutto, mentre con la crema gianduia non lo è, e la goduria… è massima.

E' una ricetta già proposta qui, un mio cavallo di battaglia che ogni tanto riporto in tavola per il piacere degli occhi e del palato. Nella versione già pubblicata avevo usato meno impasto, e non avevo avuto la possibilità di fotografare il godurioso interno. Ricopio quindi la ricetta, con foto migliori, anche per chi mi ha chiesto privatamente qualche delucidazione che spero riceva da questo post.


022

Riprendo il passo passo direttamente dal vecchio post, dove avevo usato una tortiera a forma di cuore.

Ingredienti: 150 gr di cioccolato fondente, 200 gr di zucchero, 100 gr di burro morbido, 300 gr di farina (io ho usato 150 di Bi-Aglut per pane e paste lievitate e 150 gr di Mix it DS), 120 gr di yogurt bianco, 80 gr di latte, 3 uova, 1 bustina di lievito per dolci (ho usato il Colombo), 1 bustina di vanillina, 3 pere belle mature oppure sciroppate ben asciugate, 1 bicchiere di crema di gianduia (la faccio in casa per cui è ultrasicura… ma usate pure tranquillamente la Nutella, garantita senza glutine), zucchero a velo, un pizzico di sale.


Procedimento:
Tritare il cioccolato a pezzettini, versarlo in una scodella, aggiungere  il burro ammorbidito, lo zucchero, lo yogurt, il latte, le uova e la vanillina, poi lavorare gli ingredienti fino a che sono ben amalgamati. Unire la farina ed il pizzico di sale, lavorare bene, infine aggiungere il lievito e mescolare bene.
Versare nella tortiera imburrata ed infarinata, o ricoperta da carta forno. Io stavolta ne ho usata una di silicone, che non ha bisogno di nessun accorgimento perché l’impasto non si attacchi.



Spianare bene (è un impasto piuttosto sodo) e nella parte centrale versare uno strato sottile di crema gianduia (se usate la Nutella riscaldatela a bagnomaria o in microonde, diventa più fluida e facile da distribuire). Tagliare le pere a spicchi ed appoggiarle sullo strato di crema...



...poi versarvi sopra altra crema...




Ricoprire con il rimanente composto...



... ed infornare a 160-180°C per 35-40 minuti.

036


037


Spero che le fotografie parlino meglio di me... è una torta facile da fare ma incredibilmente buona... come i miei vecchi lettori sanno, io non pubblico una sola ricetta che non meriti che si dica che è...


 


da leccarsi i baffi!

























8 commenti:

  1. Premi meritatissimi! E la torta sembra davvero fantastica :)
    Buonanotte cara!

    RispondiElimina
  2. L'abbinamento cioccolato e pere è sempre strepitoso. Il premio Dardos è una soddisfazione grande, ha un significato che va al di là delle parole. Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  3. i baffetti li ho fatti ieri .....se no me li sarei leccati ^.^ buonissima

    RispondiElimina
  4. Scusa Anna, il tuo dolce è da svenimento!! Per fortuna che tu stessa potresti aiutare a riprendersi chi si sente male!!! ;PP
    Non ho mai mangiato la torta con cioccolato e pere, quindi a me la ricetta!
    Ti abbraccio,
    Ellen

    RispondiElimina
  5. mamma mia anna... ma questa è una bomba di delizia! la devo assolutamente provare!!! mi sto già leccando i baffi!!! assomiglia un poco alla mia torta brownies con pere ma questa forse è ancora più buona!!! gnammiii

    RispondiElimina
  6. Da leccarsi davvero i baffi! Deliziosa proprio e complimenti per i premi :)

    RispondiElimina