Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

martedì 18 novembre 2014

Seppie con la bietola



Non scrivo da moltissimo tempo, tanto che quasi non ricordo come si fa a pubblicare un post!!! 

La mia vita in questi ultimi due anni è stata un po'.... diciamo incasinata, e dall'ultima pubblicazione sono passata attraverso molti avvenimenti, il più impegnativo dei quali il secondo trasloco in poco più di un anno. Questo blog è passato per forza di cose all'ultimo posto tra le mie priorità, ma non per questo l'ho dimenticato né ho mai pensato di lasciarlo morire. Ringrazio tutte le persone che mi hanno scritto per chiedermi quando avrei ripreso a pubblicare qualcosa, quelle soprattutto che si sono preoccupate, quelle che hanno continuato ad aver fiducia in me, quelle che a quanto vedo dalle statistiche hanno continuato ad attingere dalle mie ricette.
Non prometto di riprendere a scrivere con la frequenza di prima, ma da qualche tempo la nostalgia di queste pagine e di tutto il mondo intorno è diventata un po' più forte, così intanto riprendo con una ricetta gustosa, invernale, calda, morbida, facile. 



Oggi piove e fa freddo, la giornata ideale per questo piatto... vero Jolie?

E' una delle ricette toscane di Antonio Malanca, al quale mi riprometto da tempo di dedicare una pagina, il mio maestro di cucina al quale devo molti dei miei miglioramenti ai fornelli!

E' una ricetta naturalmente senza glutine, con ingredienti che non ne contengono anche se io l'ho arricchito di qualche fettina di pane (senza glutine) grigliato e strofinato con l'aglio, il che non è obbligatorio ma moltomolto gustoso.




Ingredienti: 

-1 kg di seppie di media grandezza (le ho comprate congelate e già pulite, niente vieta di prenderle fresche ma il mio tempo è sempre contato e mi avvalgo volentieri di queste facilitazioni)
-700 gr circa di bietola fresca
- Olio extravergine di oliva
- Vino bianco 1/2 bicchiere
- Passata o polpa di pomodoro
- Aglio
- Sale e peperoncino

Procedimento:

Pulire e tagliare a strisce le seppie. Soffriggere l'aglio tritato con olio extravergine e peperoncino a piacere (io di olio ne uso poco...... Antonio su questo non è d'accordo, come d'altronde tutti i toscani :D ).
Bagnare con vino bianco, far evaporare, aggiungere le seppie e far bollire per una decina di minuti. Aggiustare di sale (meglio usarne poco, ad aggiungerlo si è sempre in tempo), aggiungere il pomodoro solo quel tanto da dare un po' di colore, portare al 90% di cottura. Questo dice Antonio.... diciamo che va considerato il tempo di cottura della bietola.
Lavare e tagliare grossolanamente la bietola, aggiungerla alle seppie e portare a cottura aggiungendo sale se necessario.

Si accompagna bene con del pane abbrustolito ed agliato. Un piatto semplice che vi farà....



... leccare i baffi e le dita!!! 



4 commenti:

  1. Bentornata! E grazie di questa nuova buonissima ricetta :-)
    Ciao,
    Alessia

    RispondiElimina
  2. è una gioia rileggerti, anna!
    ti aspettiamo con tante ricette
    un abbraccio

    RispondiElimina