Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

domenica 13 settembre 2015

Quanti modi di fare e rifare: la torta Ciosota di Terry



DSC_0267DSC_0269

Dopo quasi tre anni di assenza, eccomi di nuovo in compagnia di altri blog per la bella iniziativa di Anna ed Ornella: Quanti modi di fare e rifare!!! Doveroso un sincero ringraziamento ad entrambe per avermi accolta a braccia aperte malgrado il mio lungo silenzio, e meno doveroso ma altrettanto sincero il mio plauso alla ricetta di questo mese, la Torta Ciotosa di Terry... una vera sorpresa il connubio inusuale di ingredienti che non avrei mai pensato di usare per una torta, ma soprattutto un  piacere immenso il risultato: un’esplosione inattesa di sapori e profumi. Una torta che si scioglie letteralmente in bocca, morbidissima, profumata, e la cui versione senza glutine è inesistente in internet. La dose di farina è comunque veramente piccola piccola, ed io l’ho sostituita con la eclettica e sempre preziosa Biaglut per pane e paste lievitate, che per l’ennesima volta ha fatto il suo dovere. Pochissime le altre variazioni applicate, tutte legate al fatto che ho tolto un uovo, visto che in casa mia il colesterolo alto detta legge.

Bando alle ciance, ecco la ricetta originale e le mie variazioni:


Ingredienti:
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 5 4 uova
  • 1 cucchiaino di estratto liquido naturale di vaniglia 1 fialetta di aroma vaniglia consentito
  • 100 gr di farina 00 Biaglut per pane e paste lievitate
  • 1 bustina di lievito (ho usato quello di marca Colombo)
  • 150 180 gr di carote grattugiate (ho pensato che con un uovo in meno ci sarebbe stato bisogno di qualcosa di umido in più)
  • 200 gr di radicchio di Chioggia tritato finemente
  • 150 gr di nocciole in farina (ho usato nocciole intere tritandole non troppo finemente nel Bimby)
  • 6 5 pezzi di pan biscotto Pancroccante (Piaceri Mediterranei) sbriciolati (non ho idea di quanto siano grandi i pezzi di pan biscotto.... sono andata a senso, in base agli altri ingredienti già usati nell'impasto, ed è andata bene)
  • zucchero a velo per guarnire (marca Colombo)

Quindi alla fine gli ingredienti usati per fare e rif... ehm ... trasformare la Torta Ciotosa di Terry nella Torta Ciotosa senza glutine sono stati questi:
 
  • 150 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • 150 gr di zucchero
  •  4 uova
  • 1 fialetta di aroma vaniglia consentito
  • 100 gr di farina Biaglut per pane e paste lievitate
  • 1 bustina di lievito (ho usato quello di marca Colombo)
  • 170 gr di carote grattugiate
  • 200 gr di radicchio di Chioggia tritato finemente
  • 150 gr di nocciole in farina (ho usato nocciole intere tritandole non troppo finemente nel Bimby)
  • 5 pezzi di Pancroccante Piaceri Mediterranei, sbriciolati finemente (35-40 gr in totale)
  • zucchero a velo per guarnire (marca Colombo)

DSC_0244DSC_0246DSC_0250DSC_0253DSC_0255DSC_0258


Procedimento:


Separare i tuorli dagli albumi in due diverse ciotole. 
Montare i bianchi a neve ferma con un pizzico di sale. Nell’altra ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero e il burro morbido finché il composto non sarà chiaro e cremoso. 
Unire la vaniglia, la farina di nocciole, il pancroccante sbriciolato, le carote, il radicchio, la farina miscelata con il lievito, mescolando bene ad ogni aggiunta con una spatola per amalgamare bene il tutto. In ultima incorporare delicatamente al composto gli albumi montati , mescolando dal basso verso l’alto.
Versare il tutto in uno stampo a cerniera da 24 cm e infornare a 180°. La ricetta originale dice per circa 45 minuti, io a 30 vedendo che la superficie della torta si stava facendo un po' troppo scura ho coperto lo stampo con carta d'alluminio ed ho abbassato la temperatura a 160°C per altri 15 minuti. 
Controllare che il dolce sia ben cotto facendo la prova dello stecchino per controllare che il centro sia ben asciutto. 
A me lo stecchino asciuttissimo non è uscito, ma pensando giustamente che non si tratta di un dolce secco ho comunque spento il forno e lasciato la torta per pochi minuti all'interno, con lo sportello socchiuso.

Far raffreddare e cospargere di zucchero a velo.

DSC_0272

Amo molto decorare le torte con i fiori freschi… questi vengono in parte dal giardino e in parte dai campi intorno a casa. Basta ricoprire il gambo con carta stagnola, infilarli delicatamente nella torta, ed anche il dolce  più semplice diventerà bellissimo.

DSC_0278

Un po’ d’ansia, lo confesso…. Come sarà? Troppo secca? Si sentirà troppo l’amaro del radicchio?……

Ovvia coraggio serviamoci!

DSC_0284

Mamma mia…… deliziosa…. mmmmmmmh…..

DSC_0295

… quasi quasi un’altra fetta…..

DSC_0310 - Copia

Che dire…. è sparita nel giro di poco…. e via tutti a….

pulizia-gatti

… leccarsi i baffi e le zampe!!!!

Prossimo appuntamento con Quanti Modi di Fare e Rifare domenica 11 ottobre con questa ricetta del blog “Stella senza glutine” di Maria Giovanna:

image60

12 commenti:

  1. Buongiorno cara Anna!
    Con grande piacere, si ritorna a spignattare dopo la pausa estiva!! Ed è fantastico ritrovarci tutte insieme care amiche, in compagnia dei meravigliosi profumi che si sprigionano nelle nostre cucine mondiali!
    Cuochina, Anna e Ornella, ti ringraziano per aver preparato e condiviso la tua stupenda e golosa versione della Torta Ciosota! Ottima vero?
    Il prossimo mese saremo da Maria Giovanna per fare i Pilzgrostl con funghi. Ti aspettiamo!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Golosissima versione Anna, una rustica torta, molto invitante!!!!

    RispondiElimina
  3. eccomi! Molto golosa ed elegante la tua versione Anna! Grazie di essere passata da me, ora ti seguo anche io, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Bellissima la tua versione senza glutine, e che dire dei fiorellini di decorazione fantastici, ci credo che tutti si siano leccati i baffi, bella e buona! Bentornata e alla prossima!!!

    RispondiElimina
  5. Sicuramente c'è da leccarsi i baffi!! ...e chi si accorge del "senza glutine"!!!
    Bravissima!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Anna, ben ritornata nella cucina di Quanti modi di fare e rifare, è un piacere conoscerti! Bellissima anche la tua versione senza glutine, con tanti bei fiori colorati come decorazione. A presto!

    RispondiElimina
  7. Ciao, piacere di conoscerti, bellissima la tua versione senza glutine così raffinata e colorata e che bei fiori!
    Buo inizio settimana, a presto ....

    RispondiElimina
  8. Brava Anna, che sei tornata! Buonissima la tua versione e complimenti per averla fatta così bella :) Bacione

    RispondiElimina
  9. bentornata tra noi! sempre un piacere leggere le vostre versioni gluten free e tanto di cappello per i risultati! Complimenti!

    RispondiElimina
  10. Felice che tu sia tornata con noi con questa mia ricetta!
    meravigliosa e perfetta anche la tua versione, complimenti! :)

    RispondiElimina
  11. Ma allora bentornata!!! E' un'appuntamento immancabile...
    La tua versione è perfetta...
    Alla prossima!!!

    RispondiElimina
  12. EVVIVA Anna BENTORNATA!
    Come facciamo a non fermarci e ad assaggiare tutto..la tua ciosota meravigliosa, e il profumo del mazzolino di fiori che la decorano?
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina