Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

domenica 13 dicembre 2015

Quanti modi di fare e rifare: Vassilopita di Marina


DSC_0521

Una delle cose belle dell’iniziativa delle Cuochine è il fatto che scopriamo piatti ed usanze di paesi e regioni… la vassilopita io non l’avevo mai sentita nominare e tanto meno conoscevo l’usanza di inserirvi a Capodanno una monetina portafortuna, idea molto carina per iniziare bene l’anno!

DSC_0519


Ho iniziato a lavorare conscia dei molti limiti dovuti sia alle farine senza glutine che al fatto che non mi è stato possibile reperire il mahlab; mettiamoci pure che a me non piace l’anice e forse sarà comprensibile la mia ansia! Il risultato però mi ha rassicurata… malgrado le mancanze e le varianti applicate, è venuto fuori un dolce che si scioglie letteralmente in bocca,  delicato e profumato.


Ho usato questi ingredienti:
325 gr di farina Biaglut per paste lievitate
120 gr di burro
170 gr di zucchero
1 uovo
20 ml di brandy
1 cucchiaino di lievito istantaneo per dolci marca Colombo
Una puntina di sale
La buccia ed il succo di 1 arancio
Una buccia di mela
Acqua q.b.

Procedimento:
Fare un infuso  mettendo sul fornello un pentolino con la buccia di mela ed un bicchiere d’acqua e far bollire per qualche minuto. Far raffreddare e filtrare.
Ho usato il Bimby, dove  ho versato per prima cosa la farina e la buccia d’arancio.


DSC_0487


Sciogliere il burro e lavorarlo con la farina. Si otterrà un impasto “sbricioloso”.
Aggiungere lo zucchero ed il lievito e mescolare bene. Versare il brandy e mescolare ancora. L’impasto sarà ancora “sbricioloso”.


DSC_0490


Aggiungere il succo d’arancio, mescolare ancora, poi il tuorlo d’uovo leggermente sbattuto. Infine versare un po’ alla volta, lavorando sempre l’impasto, l’infuso di mele fino a raggiungere una consistenza molle e soffice.
Imburrare la teglia (ne ho usata una piccola, di circa 22 cm di diametro) e livellare. Sbattere l’albume, mescolarlo con poca acqua e spennellare la superficie due volte, finché sarà ben levigata.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa un’ora.


DSC_0506


Il risultato è una bella frolla profumata che meritava una bella decorazione in tema invernale…


DSC_0516 - Copia


Fragrante, profumata, deliziosa!


DSC_0557


DSC_0567


Col poco che è rimasto ho fatto colazione stamani, e inzuppandola nel latte tiepido è stata una colazione da….




babbo-natale-si-lecca-i-baffi
… leccarsi i baffi!!!





P.S.: Il menu dell’anno 2016 si aprirà con una ricetta del blog “Cioccolato amaro” di Paola:



Anche questa mi sembra una bella sfida per il senza glutine…. ai posteri l'ardua sentenza :)






8 commenti:

  1. Buona domenica cara Anna!
    Che bella atmosfera natalizia si respira oggi nella cucina di Quanti modi di fare e rifare! Profumi intensi di spezie aleggiano ovunque e tutti non vediamo l'ora di sapere a chi toccherà la monetina portafortuna nascosta nella Vassilopita!
    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano di cuore per la golosissima versione che oggi hai preparato per la gioia di tutti noi!
    Ci vediamo a gennaio, a casa di Paola per fare tutti insieme le Chiacchiere salate
    Gli auguri di buon Natale e sereno anno nuovo ce li scambieremo il 24 dicembre alle 9:00 :)

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. La fetta della tua vassilopita parla: deve essere buonissima, brava! Auguri e alla prossima!

    RispondiElimina
  3. L'inseerimento dell'arancia mi sembra molto azzeccato!! Bellissima versione!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Che bella versione senza glutine! Buona idea anche il profumo di arancia!
    Grazie cara Anna per aver partecipato!
    Buone feste!
    Baci!

    RispondiElimina
  5. ciao Anna
    come sei stata brava!
    Buccia e succo di arancia devono averla resa oltre che
    bella profumatissima....e poi abbiamo
    visto che anche "Nat" (Babbo Natale per gli amici)
    se ne è accorto subito.
    Un bacio e cari auguri dalle 4 apine

    RispondiElimina
  6. Che morbidezza e che delizia!!!!
    Mi pare di sentire quel dolce profuno di arancia per la cucina....
    Un abbraccio e tanti cari auguri!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie Anna per gli auguri che contraccambio di cuore, la tua vassilopita è bellissima, tantissimi complimenti perchè so quanto sia faticoso avere ottimi risultati con farine senza glutine. Davvero brava. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. bellissima la tua vassilopita,a tra poco da me per le chiacchiere salate,curiosa di vedere la tua versione,buon anno

    RispondiElimina