Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

mercoledì 15 febbraio 2012

Rifatte senza glutine: totani ripieni su letto di fagioli


041

Ed eccoci al quarto appuntamento con le Rifatte senza glutine!!! Questo mese, che emozione, tocca ad una mia ricetta essere Rifatta!!!

bannerrifatte

L’ho scelta con cura, sapendo che non è facilissima da eseguire (più che altro per il fatto che i totani tendono a rompersi in cottura e vanno seguiti bene), ma l’ho fatto sapendo di consegnare alle mie “colleghe” un piatto gustosissimo e, volendo, senza ingredienti a rischio di glutine. Nella ricetta originale che trovate qui in realtà c’è il pane, ed è ovvio che volendo fare una ricetta senza glutine deve esserlo anche il pane. Ma nella mia Rifatta il pane non c’è, sostituito da due patate cotte nel latte e poi schiacciate e mescolate al resto del ripieno.

014

Ed ecco qui la ricetta che ho usato per… Rifare la mia ricetta Sorriso
Ingredienti per 6 persone: 12 totani di misura media, tonno sott’olio 150 gr, polpa di pomodoro, 200 gr di patate sbucciate e tagliate a rondelle, vino bianco secco, latte, prezzemolo, 2 uova, aglio, sale, pepe, olio extravergine di oliva. Per il letto di fagioli: 400 gr di fagioli cannellini già cotti, vanno bene anche quelli in scatola purché di buona qualità e ben lavati e sgocciolati, acqua, sale, pepe, olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato.
Nota bene: i totani non devono essere troppo piccoli…. altrimenti è inevitabile che si rompano in cottura. Mi è successo due giorni fa…. al che senza scoraggiarmi ho tolto di mezzo gli stecchini, ho lasciato cuocere senza più preoccuparmi, ed ho usato il tutto per condire una pastasciutta straordinariamente buona!!!

Procedimento: Pulire (lasciandoli interi) i totani, togliere la testa e pulirla dal “becco”. Scottare i ciuffetti in acqua e sale per 2-3 minuti, poi preparare un ripieno composto dalle patate lessate nel latte, prezzemolo e aglio tritati, i ciuffetti dei totani  tritati, il tonno, le uova, il sale, il pepe.  Se graditi, si possono aggiungere anche gamberetti tritati. Riempire i totani con l’ausilio di un sac-à-poche senza eccedere e chiuderli con uno stecchino di legno. Il ripieno con queste quantità avanza, e si può usare per condire la pasta o per accompagnare i totani.
Soffriggere uno spicchio d’aglio in olio EVO, aggiungere una spruzzata di vino bianco secco, poi dopo pochi minuti un cucchiaio di polpa di pomodoro a persona (facoltativo, si possono cuocere anche in bianco). Cuocere per circa dieci minuti. Aggiungere i totani ripieni e seguire per qualche minuto la cottura: tenderanno a gonfiarsi, ed è necessario bucherellarli in vari punti con uno stecchino, facendo così uscire l’aria che si è formata ed evitando che si rompano. Aggiungere mezzo ramaiolo di brodo di pesce o vegetale o di acqua calda, salare, pepare, portare il tutto a cottura con il recipiente semicoperto (circa 20, 25 minuti o più se i totani sono grandi). 
La crema di fagioli si prepara semplicemente frullando a lungo i fagioli cotti e acqua quanto basta fino ad ottenere una crema morbida ma non liquida. Aggiungere sale e pepe a piacere. Io stavolta ho frullato insieme ai fagioli l’eccedenza del ripieno, e ne è venuta fuori una crema delicatissima.
Volendo, i fagioli possono essere sostituiti con dei ceci.
Io mi preparo in anticipo i piattini versando la crema di fagioli ed adagiandovi due totani ripieni con un po’ di sughetto. Cospargo di prezzemolo fresco tritato e verso sul tutto un filo di buon olio e.v. toscano.
Servire tiepido.
 
039

Vi ricordo che il 15 marzo l’appuntamento delle Rifatte sarà con questa ricetta di Sonia:

arrosto alla panna3
Arrosto alla panna

… e ricordate che con noi “Rifatte” c’è sempre da…
389471_281763205202861_142350102477506_793112_209502517_n
… leccarsi i baffi!!!

16 commenti:

  1. Ciao Anna, confermo un piatto gustosissimo da rifare spesso!! Ho sostituito anch'io il pane con le patate perché qui è difficile reperire prodotti senza glutine, ma buonissimo veramente! Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Grazie Anna per il commento, per me è un piacere partecipare (e te ne sarai accorta, anche se ultimamente sono stranamente piena di cose da fare ce l'ho fatta..avrei voluto fare delle fotografie più belle...ma le foto non si mangiano eppoi..questi totani/calamari li rifaccio, eccome se li rifaccio. Un abbraccio Libera.

    RispondiElimina
  3. Cosa dire Anna? Grazieeeeeeeeeee!!! Le mie pesti hanno gradito come non mai i "totano-calamari".. e più volte me li hanno domandati! In una settimana li ho dovuti rifare ben 2 volte!! e il ripieno se lo sono mangiate come gnocchetti.. in pratica niente è rimasto..
    no non è vero..la pentola non l'hanno mangiata (per fortuna!).

    Anche mamma e papà hanno gradito tanto tanto tanto tanto tanto!! Grazie! Ciao Jé

    RispondiElimina
  4. BUONISSIMISSIMI!!
    Brava Anna!!! bellissima ricetta, molto gustosa! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Micol diventa anche tu una rifatta!!!!!!!!!

      Elimina
  5. semplici e meritati complimenti per questa meravigliosa ricetta, brava.

    RispondiElimina
  6. ...ed alla fine riuscii ad arrivare :-)

    credo di essere passata da tutte a ringraziare e ad ammirare i piatti realizzati con questa tua splendida ricetta

    goditi il successo di oggi, da dividere un pochino con tutte noi Rifatte senza glutine

    grazie Anna♥

    RispondiElimina
  7. Carissima, ti ringrazio della ricetta che farò spesso. Spero di trovare i totani, ma credimi anche con i calamari è una soluzione ottima!!!

    RispondiElimina
  8. Ma hai visto che tormentone che siamo riuscite a creare nel web???
    Fantastico piatto grazie per averci regalato questa ricetta, hai scelto benissimo!

    RispondiElimina
  9. ha ha ha ne hai approfottato per rifare questo squisiterrimo piatto!! brava Annina, è stato un vero piacere :-)) bacioni :-XX

    RispondiElimina
  10. Bellissima rifatta di un tuo originale :)
    Io questa volta mi sono presa un turno di vacanza: totani, seppie, calamari ripieni sono quasi le uniche cose che non riesco a preparare né mangiare. E a dire che mangio, e quanto mangio:))))))

    RispondiElimina
  11. ma che bello che anche tu abbia rifatto la rifatta!
    mi sono piaciuti molto, le tue ricette sono una garanzia (ricordo ancora con entusiasmo la pastiera al grano saraceno...)

    RispondiElimina
  12. Concordo con Gaia e anche se ho cambiato un po' la ricetta, è venuta meravigliosa lo stesso! Sai cosa ho fatto col ripieno? delle polpettine al forno assolutamente deliziose!

    RispondiElimina
  13. Eccomi dalla padrona di Casa, grazie per avermi prestato la tua ricetta, fatta con molto timore di non essere brava... ma!! tu la scritta in un modo così invitante, che non avrei mai potuto non riprorla... e ri-proporla prossimamente, ormai è nel quaderno delle ricette da Urlo!!!
    grazie Anna e buona giornata ♥

    RispondiElimina
  14. Perdonatemi tutte per questo ritardo nel rispondere, so che in parte capirete, e che mi scuserete visto che dalla maggior parte di voi sono passata il giorno stesso della pubblicazione delle "Rifatte". Vi dico nuovamente qui quanto sono felice di aver visto la mia ricetta rifatta da ben venticinque blog, di cui diversi non celiaci, mi sento ancora orgogliosissima!!!

    Un abbraccio collettivo, e viva le foodbloggers senza e con glutine :)))

    RispondiElimina
  15. Non sono celiaca, ma adoro informarmi e preparare ricette senza glutine per alcuni amichi che lo sono! Mi piace molto il tuo blog!

    RispondiElimina