Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

giovedì 6 settembre 2012

Quanti modi di fare e rifare: la focaccia dolce della Sciùra Maria



DSC_0822
DSC_0811

E’ ferragosto, fa un caldo atroce, decido di non andare al mare per non rischiare di rimanere bloccata nel traffico nel caso mi chiamassero (sono reperibile) e visto che sono sola in casa, decido di regalarmi un’esagerazione di tempo al pc senza sentirmi in colpa, dedicandomi al mio blog, alle mie amiche lontane, allo studio di un argomento che mi coinvolge moltissimo e mi aiuta a non pensare, e mentre vago nel web torno per l’ennesima volta su questa pagina, mi ritrovo con l’acquolina in bocca e malgrado il caldo decido: la faccio. Perché mi ispira. Perché mi piace questa iniziativa del Quanti modi di fare e rifare, la cui versione sglutinata ci vede ogni 15 del mese con le nostre Rifatte senza glutine. Insomma, tra le tante trasgressioni di oggi, mi ritrovo ad accendere il forno ed a cucinare questa meravigliosa focaccia. Temperatura in casa, trecento gradi. Ma chi mi conosce sa che se mi metto in testa una cosa, niente mi scoraggia. E ne valeva la pena, oh se ne valeva la pena!!!
 
Si tratta di una ricetta glutinosa e c’era il rischio che non venisse come speravo. Non dimentico le delusioni del passato, gli impasti buttati via, asciutti, duri, gommosi, che niente avevano a che fare con gli impasti di grano… quante volte ho sorriso a mia figlia col groppo in gola ed il desiderio frustrato di offrirle tutt’altro genere di risultato. Nel tempo è capitato sempre più raramente, ma ogni nuova ricetta mi mette un pizzico d’ansia. Immotivata, per fortuna.

Ho deciso di partire dall’ormai sperimentatissimo impasto da pizza con lievitino. Ho usato la farina Farmo al posto della Mix B perché nell’ultima pizza fatta sentivo un leggero retrogusto che desideravo eliminare. Non so se sia perché questo impasto è dolce e non salato, ma stavolta il retrogusto non c’era assolutamente.


Ingredienti
300 gr di farina Farmo per pane (quella senza latte), 300 gr di Mix It DS, 250 gr di Glutafin Select, 450 ml di acqua, sale, olio extravergine di oliva, 10 gr di lievito fresco (o due gr di lievito secco), un cucchiaino di miele, zucchero semolato, qualche fiocchetto di burro, una mela, 80 gr di uvetta.



Procedimento: mettere in ammollo l’uvetta; mescolare insieme le farine e prelevarne 100 gr. Preparare il lievitino: sciogliere il lievito in 100 ml di acqua tiepida della dose, aggiungere il miele ed impastare con la farina. Coprire e lasciar lievitare per un’ora. Non ho fatto foto, ma vi ripropongo queste.
Usare il lievitino come lievito per continuare con la preparazione dell’impasto, e lavorarlo con il resto della farina aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto morbido ma lavorabile con le mani (può darsi che ne basti meno rispetto alla dose segnalata negli ingredienti, dipende da molti fattori). Aggiungere all’ultimo 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva e sale a piacere. Amalgamare bene.
A questo punto ho inserito la mela tagliata a pezzetti e l’uvetta ammollata. Ho coperto la teglia con carta da forno, cosparsa di farina di riso, e ci ho versato l’impasto stendendolo bene con un cucchiaio.
 
    DSC_0790   DSC_0802  
Ho fatto lievitare per un paio d’ore.

Al termine ho cosparso la superficie con pezzetti di burro e zucchero, e lasciato lievitare per un’altra ora. Nell’ultimo quarto d’ora ho portato il forno a temperatura massima. Ed ho bucherellato l’impasto con le dita bagnate.
 
DSC_0804

Tishyyyyy!!! Nooooooo!!!

Ho un gatto bulimico, devo arrendermi alla realtà! Qualunque cosa commestibile, QUALUNQUE, cruda o cotta, dolce o salata, animale o vegetale, lui deve tuffarcisi. Per continuare a fare le foto ho dovuto metterlo alla porta. Gentilmente però… e dopo averlo riempito di baci… perché lo adoro, il mio piccolino.

Ho infornato nella parte bassa del forno a 250°C per 5-6 minuti, poi nella parte centrale a 200°C per altri 30 minuti circa, finché la superficie si è caramellata.

DSC_0810
 
Ho fatto raffreddare…. mica tanto però…. non vedevo l’ora di assaggiarla.
 
DSC_0821

Calda, era buonissima.

DSC_0817

Tiepida, era divina.

DSC_0824

Fredda, … fantastica. Morbida, superficie leggermente croccante, un connubio di sapori che ha conquistato non solo me ma anche il mio critico più feroce e sincero, mio marito, che se ne è sbafato diverse porzioni.
 
Insomma una focaccia….
 
12565266

… da leccarsi i baffi !!!Sorriso




Prossimo appuntamento con "Quanti modi di fare e rifare" il 6 ottobre con questa bella  ricetta:


























31 commenti:

  1. Benvenuta Anna!! Che bello averti con noi nella nostra cucina aperta!! Complimenti per la tua bellissima e golosa versione di quest'ottima focaccia che profuma di casa, di tradizione e ricordi..!
    Alla prossima a casa delle simpatiche Apine:-)
    La Cuochina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e complimenti a voi per la scelta di questa meravigliosa ricetta:) Ho una connessione pessima e prima del mio rientro a casa dubito di poter fare un giro tra i blog che hanno partecipato, lo farò appena possibile, vedo però che hanno partecipato anche diverse foodbloggers gluten-free, fantastico!

      Elimina
  2. troppo felice!!

    che meraviglia Anna

    RispondiElimina
  3. Sì è veramente buona!! Io l'ho (in parte surgelata a pezzi) e decongelata e riscaldata un attimo nel microonde torna fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'ho surgelata, come facevo, è finita in un battibaleno! Sì, fantastica :)

      Elimina
  4. Per adesso solo grazie, passo dopo a leggere tutto con attenzione.
    Buongustaio lui ;)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui Tishy? Moooooooolto buongustaio!!! :D

      Elimina
  5. Che bello Anna averti tra noi oggi con questa stupenda versione!! Grazie! Hai sfidato il caldo torrido e messo pure "alla porta" il micione "bulimico"..(ma quanto bello è?) per farcela assaggiare :-D
    E' ottima vero? Proprio da leccarsi i baffi!
    Baci buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è ottima anche senza glutine, inusuale e gustosissima, ed è valsa la pena di affrontare caldo e gatto. Bello? non lo so... per me è meraviglioso, ma probabilmente lo sarebbe anche se fosse brutto e spelacchiato. Ogni scarrafone è bello a mamma sua :)

      Elimina
  6. simpaticissimo il post :) io nn trovo la glutafin, l'avrei provata con la mix nuova terra, ma nn ce l'ho fatta a farne due e quindi sn andata sul glutinoso, la proxima la faccio solo per me!! tiepida è ottima in effetti! ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lavoro la farina di grano da più di dieci anni, pensa.... non saprei neanche più farlo, non ricordo più la consistenza, né come si maneggia.... è stata una mia scelta e sono contenta così, soprattutto quando, come in questa occasione, le cose che sforno vanno a ruba anche tra chi non ha l'esigenza di evitare il glutine. Ciao :)

      Elimina
  7. Piacere di conoscerti,e complimenti per il risultato, sappiamo tutti che quelle farine non sono facili da gestire...
    Il gatto bulimico mi ha fatto sorridere, veramente troppo carino ..un bacio e alla prossima avventura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio, e di Tishy :)

      Ciao e... sì, alla prossima avventura, anche se col semolino non so proprio come me la caverò!!!

      Elimina
  8. Piacere di conoscerti!!! Che bella lievitazione hai avuto, un vero spettacolo di focaccia, sulla bontà non si discute il tuo micino interessato la dice lunga. Mi aggiungo ai tuoi lettori, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio e di Tishy :)

      Grazie Stefania, a presto!!!

      Elimina
  9. Benvenuta Anna anche da me! Sono contenta che questa focaccia sia piaciuta a tutti, gatto compreso!
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci è piaciuta enoooooooooooormemente!!!! Non sai quante volte sono passata da te prima di decidermi, ero perplessa, affrontare un impasto sconosciuto senza glutine mi mette sempre un po' di apprensione, ma il risultato è stato fantastico e posso solo ringraziarti :)

      Elimina
  10. Che deliziosa la tua versione! Molto brava per averla preparta con farina senza glutine che rende vieppiù difficile l'oprazione di lavorare un impasto.
    Che simpatico micino!
    E stato un piacere passare dalla tua cucina,
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un piacere anche per me passare dalla tua :)

      Sì, le farine senza glutine presentano qualche difficoltà di lavorazione, ma prima o poi ho vinto ogni sfida con loro :D

      Elimina
  11. io sono intollerante al glutine :) ciaoo

    RispondiElimina
  12. Carissima omonima :D
    che bello aver avuto anche te con noi questo mese.
    Sei stata bravissima a realizzare questa stupenda focaccia gf
    E' venuta di un bellissimo color oro, in sintonia con i colori del tuo blog, fantastica!
    Grazie Anna, lo so che la prossima volta sarà un poco più dura farla gf, ma voi siete delle maghe e sono sicura che riuscirete a fare le "palline di pseudo-semola"
    Baci e grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prometto di fare del mio meglio per non deludervi :)

      Grazie Anna, sono stata felice di partecipare, e spero di farlo spesso.

      Elimina
  13. Anna...bellissimaaaaaaaaaaaaaa!!! Così calda, sembra uscire dallo schermo, assieme al profumo. Grande, come sempre.

    Un abbraccio forte e lungo: grazie per esserci e per le tue parole. Jè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande??? Grazie Jè, sei troppo carina, ma tutto sono fuorché grande :)

      Un abbraccio a te.

      Elimina
  14. ti è venuta benissimo anna, io non ce la faccio a partecipare anche a questa bella iniziativa, ma fate delle cose così buone che mi mangio le mani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni volta che faccio un giro tra i blog mi chiedo, ma come fanno a fare e pubblicare così tanto? Mi sento davvero diversi gradini sotto... poi guardo le statistiche, leggo le mail che mi mandano per ringraziarmi o chiedermi consigli, e mi dico, c'è chi pubblica molto più di me, ma non è importante... io ho raggiunto il mio scopo, quello di dare una mano ai celiaci che incappano nel mio blog, pubblicazioni ed iniziative sono solo un optional :)

      Non credi valga anche per te? Bacio :)

      Elimina
  15. Uau!!! Chissà che profumino e che bontà! Me la mandi per favoreeee?
    Una domandina: il giorno dopo com'è? Gommosa o si mantiene bene? Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pezzetto ridicolmente piccolo che è arrivato al giorno dopo non era ovviamente croccante e fresco come appena fatto, ma è bastato riscaldarlo appena ed è tornato fantastico.

      Quanto volentieri te la manderei :) Di sicuro devo rifarla, che ha fatto furore!!!

      Elimina
  16. Bellissimo ritrovarti piena di entusiasmo e che bello che partecipi a Quanti modi di fare e rifare, adoro la magia dell'iniziativa, lo spirito che unisce davvero le partecipanti...insomma mi piace assai rileggerti così :-D Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiana sei un tesoro :) E' un po' che non passo da te, devo rifarmi.... so che mi perdonerai :)
      Un abbraccio grande a te.

      Elimina