Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

mercoledì 26 ottobre 2011

Clafoutis senza glutine

020

Questo dolce dalle origini francesi fu portato anni fa da una delle volontarie del mio gruppo ad un corso di cucina e da me adottato per sempre. Facilissimo, molto delicato, ha la consistenza di una crema molto soda nella quale siano rimasti intrappolati  pezzi di frutta matura. Oggi l’ho fatto con le mele renette, la mia passione, ma è davvero buono con qualunque frutta, comprese le pesche o le albicocche sciroppate (il che lo rende utilissimo in caso di cene improvvisate). Credo che il dolce originale francese sia fatto con le ciliegie, ma è forse l’unica versione che non ho mai provato visto che le ciliegie mi piacciono solo fresche e crude.
Ingredienti: da 500 a 750 gr di frutta matura ma soda, a scelta tra pere, mele, albicocche, pesche, ciliegie…. 3 uova, 100 gr di zucchero, 100 gr di farina (ho usato la Mix It della DS ma va benissimo anche l’amido di mais*, uso queste farine per la crema perché non lasciano retrogusto, quindi le ritengo adatte anche per il clafoutis), 1 bustina di vanillina*, 1 cucchiaio di Vin Santo o Rhum, 1 pizzico di sale, 300 ml di latte a temperatura ambiente.

* per i celiaci, da prontuario AIC o comunque sicuramente senza tracce di glutine

Procedimento: sbattere insieme le tre uova intere e lo zucchero, aggiungere la farina, la vanillina, il pizzico di sale ed il latte continuando a mescolare. Si otterrà un impasto liquido che va fatto riposare almeno mezz’ora. Nel frattempo sbucciare la frutta e tagliarla a fette piuttosto grosse, imburrare una teglia (meglio se apribile) e rivestirne  il fondo con la frutta. Versare l’impasto sulla frutta e cuocere in forno a 180°C per 30 minuti circa.

022


059

Servire tiepido (ma ovviamente è buono anche freddo) accompagnandolo con crema o gelato alla vaniglia o cioccolato fuso (ma ovviamente è buono anche da solo!)… e indovinate un po’??? Ma sì…

images 3
Leccarsi i baffi!!!





16 commenti:

  1. mmmm....di mele non l'avevo mai provato, anch'io adoro i clafoutis!
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. ANCHE IO NON AMAVO LE CILIEGIE COTTE, MA POI MI SONO RICREDUTA... PROVERò QUESTA MERAVIGLIA!

    RispondiElimina
  3. Uhhhh con le mele mai mangiato!!! Devo assolutamente farlo!!!
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Che bello trovare una tua nuova ricetta! Questo dolce lo conoscevo solo con prugne o ciliegie.. ma adesso devo fare subito questa variante con le mele! Il mio ragazzo impazzisce x le mele! Grazieeee!!! Che bella idea!

    RispondiElimina
  5. gia' annotata la ricettina!
    ho in mente giusto giusto una merenda con un'amica celiaca e faro' questa!!
    grazie ciao carla

    RispondiElimina
  6. il classico è con le ciliegie, e non la amo molto, ma questa versione alle mele mi ispira molto di più!

    bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  7. ciao anna bellissima questa torta complimenti,grazie per la ricetta.) spero tutto bene bacioni rosa a presto buona serata:)

    RispondiElimina
  8. stragoloso amica mia! complimenti e bacioni .X

    RispondiElimina
  9. E lo proviamo questo clafoutis con le mele, e anche presto. Le foto sono molto invitanti. Da Annuccia cosa puoi aspettarti?
    Bacissimi

    RispondiElimina
  10. E lo proviamo si! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. Quello alle ciliege l'ho fatto diverse volte ma non ne amo la consistenza, proverò questo con le mele, magari mi ricredo sulla consistenza...chissà
    Intanto buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. sicuramente buonissima, la farò al più presto possibile ciao.

    RispondiElimina
  13. la ricetta è ottima! però attenzione se, come me, avete una tortiera apribile che non chiude ermeticamente: rischiate di trovare metà del composto sul fondo del forno :P col senno di poi, avrei dovuto usare la carta forno ;)

    RispondiElimina