Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

sabato 15 dicembre 2012

Rifatte senza glutine: il gateaux au chocolat di Simonetta



DSC_0060

Ed eccoci nuovamente all’appuntamento mensile con le Rifatte Senza Glutine. Questo mese la sorte ha puntato il dito su questo dolcetto di una semplicità paragonabile solo alla sua bontà, entrambe da 10 e lode. Autrice della ricetta originale è Simonetta, che  meriterebbe per ogni sua pubblicazione un premio speciale per il fatto che riesce davvero a fare grandi cose usando esclusivamente farine naturali che miscela da sola, farine per me quasi misteriose e di cui lei ha una invidiabile conoscenza.
Mi sono attenuta “quasi” totalmente alla ricetta originale che  mi ispirava moltissimo (l’ho mai detto che adoro il buon cioccolato? Solo un miliardo di volte? Ah… pardon) con piccolissime modifiche che segnalo più avanti spiegandone il motivo.

DSC_0061

Ingredienti (quantità doppie rispetto a quelle segnalate da Simonetta):
  • 200 gr di cioccolato fondente al 70% di cacao*
  • 4 uova
  • 70 gr di burro
  • 70 gr di zucchero di canna
  • 24 gr di farina di riso *
  • 24 gr di fecola di mandioca* (su suggerimento di Simonetta ed essendo irreperibile per me la fecola di mandioca, ho sostituito questo ingrediente con : 10 gr di amido di mais*, 7 di farina di riso*, 7 di fecola di patate*.)
  • 1 bustina di zucchero vanigliato* (ho saputo solo dopo averli fatti che si trattava solo di zucchero…. ho interpretato male e ci ho messo mezzo cucchiaino di lievito istantaneo vanigliato*…. direi che non ha fatto danni)
  • zucchero a velo*
  • pezzetti di cioccolato* (dalla foto di Simonetta si intuisce che ha usato sempre quello fondente, io ho una passione sfegatata per quello al latte ed ho usato un quadretto di quella – che poi ho capito avrei fatto meglio ad usarne due)
* senza glutine e/o contaminazione da glutine. Consultare il prontuario dell'AIC.

Procedimento:
Accendere il forno a 220 gradi.
Sciogliere il cioccolato con il burro in un pentolino dal fondo spesso a fuoco basso, o a bagnomaria o al microonde (1 minuto potenza minima).
Sbattere in un mixer le uova con lo zucchero di canna. Quando il composto é bianco e spumoso unire poco a poco il cioccolato fuso e la farina e mescolare bene. Ho aggiunto a questo punto il mezzo cucchiaino di lievito ed ho mescolato ancora.
Imburrare e infarinare degli stampini individuali, distribuire l'impasto fino a 3/4, adagiare i pezzetti di cioccolato sulla superficie e poi coprire con il resto del composto.
Infornare e cuocere in forno caldo a 220 gradi per 8-10 minuti.

DSC_0067

Ho trovato questa ricetta semplicemente fantastica, e tale l’hanno giudicata tutti coloro che hanno assaggiato questi tortini, che ho portato in tavola caldi (riscaldati nel microonde rimangono morbidissimi) col cuore di cioccolato ben fuso e caldo. Una carezza calda ed affettuosa che consiglio e dedico a chiunque ne abbia bisogno in questo inverno freddo, piovoso, problematico.


logorifatte


Insomma, come sempre, con noi Rifatte…..


images (42)


…. vi leccherete i baffi!!!


Il 15 gennaio 2013 ci ritroveremo tutte con questa ricetta di Anna del blog “Un po’ di briciole in cucina”


35

13 commenti:

  1. Che bonta cara Anna!
    Anche se non l'ho assagiato ... sto leccando i baffi!

    RispondiElimina
  2. ciao, piacere di conoscerti, anche a casa mia è più apprezzato il cioccolato al latte, la prossima volta provo anch'io, ti seguo

    RispondiElimina
  3. wow grazie, lo faccio per Natale!!!

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con te Simonetta è da 10 e lode!

    RispondiElimina
  5. sul perchè tu abbia raddoppiato le dosi...ti prego daccene conto e ragione! ha hahaha golosona! sfido chiunque a non amare questo dolcetto ;-) bellissime fotine cara, buona domenica :-X

    RispondiElimina
  6. Non ero sicura di essere già passata da te anche perchè ho iniziato il giro subito alle 9 poi l'ho interrotto e poi ripreso ma visto che due volte is meigl che uan ti lascio un altro messaggio. Non posso che essere d'accordo con il simpatico Babbo Natale: viva viva le Rifatte!

    RispondiElimina
  7. Sono veramente ottimi questi dolcetti! Se avessi fatto doppia dose sarebbero spariti all'istante ugualmente! Questa volta ho usato il cioccolato fondente ma la prossima lo sostituirò con quello al latte perché piace di più anche a me :-)
    Un abbraccio e tanti cari auguri di Buone Feste!

    RispondiElimina
  8. Il contrasto fondente-latte che trapela dalla tua foto è assai invitante! io però adoro il fondente e l'ho mantenuto pur inserendo una nota croccante ;)
    Un abbraccio sincero

    RispondiElimina
  9. Grande Anna, tortini bellissimi..e quel babbino con messaggio..troppo forte!!!
    Anche io li ho ripassati al micro il giorno dopo..e sembravano davvero appena sfornati. ciao Jé

    RispondiElimina
  10. Finalmente riesco a venirti a trovare! Adoro la tua versione, adoro tutte le versioni delle RSg, adoro ancora di più il piccolo Babbo Natale. Purtroppo siamo in disaccordo profondo su una cosa: amiamo due tipi di cioccolato diverso...come faremo mai a trovare un compormesso??? :-D :-D :-D :-D Un abbraccio grandissimo Anna e GRAZIE per il commento che mi hai lasciato, che mi ha commosso♥

    RispondiElimina
  11. questi dolci mi hanno fatto venire voglia di cioccolato, li fra qualche giorno, devo finire il dolce di ieri, sono bellissimi e siete state tutte molto brave...un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Sono così in ritardo che devo cercare tra vari post questa del gateaux au chocolat.
    Ma mi sono coccolata solo a guardare questi tuoi slurposi tortini
    Baci cara omonima, e scusa la latitanza

    RispondiElimina