Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

domenica 15 gennaio 2012

Rifatte senza glutine: la pumpkin di Jé

bannerrifatte


Ed eccoci al terzo appuntamento con l’iniziativa “Rifatte senza glutine”. Questo mese la ricetta da rifare è quella di Jè, del blog “Un castello in giardino”, e com’è capitato le altre due volte sono stata piacevolmente sorpresa da profumi e sapori deliziosi per una ricetta che senza queste “rifatte” forse non avrei preso in considerazione di copiare. Per l’ennesima volta quindi ringrazio Vale per la sua bella idea.

005

Ed ecco la ricetta di Jé, pazientemente copiata senza l’ausilio del “copia-incolla” visto che Jé l’ha disattivata, stufa come molte di noi di vedersi copiare da altri blog o siti ricette e foto senza che venga chiesto il permesso di farlo né tantomeno segnalato o corredato di un piccolo corretto e doveroso ringraziamento.

Non ho apportato modifiche alla ricetta di Jé se non sul tipo di panna, e l’ho trovata perfetta così.
Ingredienti per la pasta brisé: 200 gr di farina Glutafin Select, 10 gr di burro, 50 gr di latte. Impastare tutto velocemente, fare un panetto e mettere a riposare in frigo.
Ingredienti per il ripieno: 500 gr di zucca cotta, frullata e ben asciutta (sono partita da circa un chilo di polpa, che ho cotto a vapore), 200 gr di panna densa, 120 gr di zucchero, 2 uova, mezzo cucchiaino di cannella in polvere, mezzo cucchiaino di zenzero in polvere.
Procedimento per il ripieno: mettere la zucca frullata in una padella per asciugarla un poco. Ne resteranno circa 450 gr. Mescolare con tutti gli altri ingredienti, poco alla volta, e mescolare fino ad ottenere un impasto cremoso e liscio.
A questo punto, mentre il forno va a temperatura (200°C) , stendere la pasta brisée in una teglia da dolci (io ne ho usato una apribile da 26 cm)  dal fondo ricoperto con carta da forno, versarvi dentro il ripieno, decorare a piacere, infornare.
Come da istruzioni, ho tenuto il forno a 200°C per 15 minuti, poi ho abbassato a 180°C ed ho lasciato in forno altri 40 minuti.
Lasciar riposare il dolce fuori dal forno, sformare e servire freddo.

014

020

A me è piaciuto moltissimo così, con il sapore dolce della zucca e quel profumo godurioso di cannella e zenzero. Figlie ed ospiti hanno voluto spolverare la loro porzione con zucchero a velo, cercando un po’ più di dolcezza. Comunque sia l’abbiamo trovata semplicemente deliziosa e ringraziamo Jè per questa ricetta inusuale e delicatissima.

Comunico a tutte le persone che vogliono aderire all’iniziativa “Rifatte senza glutine” che la ricetta da presentare il 15 febbraio 2012 sarà questa:
 
img.-00910
Ebbene sì, nel mese del mio … ehm … esimo compleanno gioco in casa Sorriso
Allora fatemi un regalo… Partecipate numerosi!!!  Con noi rifatte senza glutine…

389471_281763205202861_142350102477506_793112_209502517_n

… vi leccherete sempre i baffi!!!



22 commenti:

  1. Anna!!! :* mi spiace che l'hai tutta "copiata" hi hihi, ma di la verità, è servita per assimilare per bene il procedimento, vero?! :P

    Non era abbastanza dolce vero? A me piace per quello, ma sono nata con questi sapori di zucca.. provala con una zucca diversa, sentirai che cambio :)
    Grazie per averla provata, abbracci Jé

    RispondiElimina
  2. anna... ma ti pare che se avessi ricevuto una tua foto non l'avrei inserita da subito???

    fatto ora...

    grazie

    RispondiElimina
  3. ragione hai... rimbambita sono... :-(

    RispondiElimina
  4. ♥♥♥ Vale... Macché rimbambita... fantastica sei :)

    RispondiElimina
  5. ♥♥♥ Jé hai ragione, ho assimilato meglio :)
    No, a me è piaciuta così, la zucca certo non era quella che hai nominato tu ma era molto dolce, sono stati ospiti e familiari a decidere che sarebbe stata più buona con un po' di zucchero in più. Comunque sia, ottima ricetta ♥♥♥

    RispondiElimina
  6. Che belle stelline!
    Anche a me è piaciuta molto.
    La mia, con la brisée di farina di ceci, il dolce era al punto giusto.
    Come dicevo a Vale, i totani ripieni non sono la mia passione, mi dispiace.
    Ci si riincontra ;-)

    RispondiElimina
  7. Ciao, anch'io avevo tentato di copia/incollare la ricetta ma mi è venuta in soccorso mandandomela via mail :-)
    Hai ragione, vi copiano spudoratamente ed immagino quanto sia faticoso e problematico creare ricette nel caso della celiachia.
    Il prossimo mese vedrò di esserci, se non trovo i totani posso con i calamari?

    RispondiElimina
  8. Noi non vediamo l'ora di rifare la tua ricetta!sai quanto noi siciliane amiamo cucinare gli abitanti marini!!ehehe!
    la tua torta è bellissima, ho immaginato tutte noi attorno ad un tavolo a sorseggiare un tè e mangiare questa torta!
    Ci "vediamo" presto!:)

    RispondiElimina
  9. Ma che bella questa versione pie con fiorellini! Bravissima come sempre e come sempre grazie per i commenti carini che mi lasci ♥
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  10. La tua l'ho riconosciuta dalle stelline :)
    Bacione

    RispondiElimina
  11. è troppo tenerina la tua :)) che brava! buona domenica cara e bacioni :XX

    RispondiElimina
  12. Mi piace moltissimo la tua decorazione :) Buona vero? Un bacio!

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutte per commenti e complimenti, io ho fatto il giro di tutte a singhiozzo dato che ho avuto un impegno che mi ha tenuta da casa per qualche ora. Vi ho visitate tutte... tutte fantastiche, nessuna esclusa :)
    ♥♥♥ Anna, non importa, è una ricetta gustosa ma è come se a me proponessero la trippa o le chiocciole.... non ce la farei. Ci si reincontra dopo :)
    ♥♥♥ Accanto al camino, ma certo che puoi usare i calamari, e se vuoi i ceci al posto dei fagioli :)
    ♥♥♥ Spuntine, Fabi, Sonia, Annalisa, Francesca, grazie a tutte, devo dire che io ho apprezzato ogni vostra versione, tutte belle ed invitanti!

    Un saluto affettuoso a tutte ♥♥♥

    RispondiElimina
  14. bELLISSIMA CON QUEI FIORELLINI... e non vedo l'ora di cimentarmi con la tua ricetta!

    RispondiElimina
  15. Molto bella! La più raffinata che ho visto :)

    Ti rispondo qui: sì il ciocaviar che ho usato è cioccolato, son piccole gocce di fondente deliziose
    Un abbraccio Anna

    RispondiElimina
  16. Grazie Olga... da te un complimento vale doppio :)
    Un abbraccio a te

    RispondiElimina
  17. Stefania il tuo commento era finito tra quelli che blogger riconosce come spam !?

    Grazie, sei sempre carina, e spero davvero che i miei totani piacciano quanto è piaciuto questo dolce così particolare :)

    Buona notte :-*

    RispondiElimina
  18. Che belle decorazioni, sei stata bravissima, io sono riuscita a malapena a fare il cuore.

    Un abbraccio da me

    RispondiElimina
  19. Woooow! è troooppo bellaaa! Baciotti

    RispondiElimina
  20. Anina mia, potrai mai perdonarmi? Ti inviterò a cena quando scenderai, promesso! Ti aspetto! La tua torta è bellissima e domani passerò da tutte. Buona notte :)

    RispondiElimina
  21. che belle foto hai fatto! si capisce dalle foto che ti è venuta perfetta!

    il prossimo mese parteciperemo eccome, non vedo l'ora di provare la tua ricetta gustosissima

    RispondiElimina
  22. Ciao a tutte

    Ho impostato i commenti in modo da poter rispondere singolarmente ma...boh? per ora non funziona. Quindi continuo alla vecchia maniera :)

    @ Claudia grazie, in realtà sono decorazioni davvero facilifacili, fatte con una formina da biscotti... bella figura con poca fatica :)

    @ Micol grazie anche a te, sto trascurando tutti i blog compreso il tuo, un giorno o l'altro mi rifarò... spero :)

    @ Elena, non ho niente da perdonarti :X Per il resto... ti scrivo privatamente.

    @ Gaia sono un po' in ansia, e se poi non vi piace? :(
    Grazie, ovviamente, per i complimenti.... sei un tesoro.

    Ciao a tutte :)

    RispondiElimina