Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

Si mangia per vivere, non si vive per mangiare
Si mangia per vivere, non si vive per mangiare

martedì 10 aprile 2012

Risotto agli asparagi

 
018

Premetto che io adoro tutti i risotti, anche quello più banale con pomodoro burro e parmigiano. Ma ci sono dei risotti che se ben cucinati mi fanno letteralmente impazzire, come quello ai funghi, ai carciofi oppure agli asparagi. E visto che la stagione di questi ultimi meravigliosi ortaggi è alle porte e si iniziano a trovare i primi, in questi giorni ho voluto provare una ricetta che  mi aveva ispirato molto, trovata qui.

Il risultato è stato… da condividere. Per cui ecco la ricetta quasi del tutto identica:
 
Ingredienti per 4 persone:
  • 350 gr. di riso (circa 20 cucchiai)
  • 300-400 gr. di asparagi (da preferire quelli più piccoli e sottili)
  • 1 scalogno
  • una noce di burro
  • olio extravergine di oliva
  • parmigiano reggiano grattugiato
  • brodo vegetale

001

Preparazione:
La ricetta originale prevede di lessare gli asparagi tagliati a pezzetti. Io preferisco cuocerli a vapore.


007

In una pentola a parte preparare il brodo vegetale (si può utilizzare un dado vegetale disciolto in 1 litro e mezzo d'acqua circa)
Preparare un tegame largo e basso dove si andrà a cuocere il riso. Soffriggere in un filo d'olio uno scalogno tagliato sottile, poi aggiungere gli asparagi tagliati a pezzi. Tenere da parte tutte le punte di asparagi che poi andranno in parte aggiunte  a metà cottura e in parte usate per guarnire il piatto finale. Le punte di asparagi vanno aggiunte in un secondo momento perché sono più delicate e la cottura insieme al riso avrebbe l'effetto di "spappolarle".
 

013

Schiacciare gli asparagi con un cucchiaio di legno (io ho usato un pestello lungo per gli aperitivi) insieme allo scalogno, direttamente nella padella e a fuoco vivo. Si dovrà formare una polpa verde che poi, in fase di cottura e con il brodo vegetale, diventerà cremosa.
A questo punto aggiustare di sale e, con la padella ben calda, aggiungere il riso e farlo rosolare insieme agli asparagi. Quindi cominciare ad aggiungere il brodo vegetale.
Versare abbondante brodo inizialmente (per una buona cottura il riso deve quasi galleggiare all'inizio) e successivamente aggiungerne poco alla volta mano a mano che viene assorbito dal riso. Aggiustare di sale assaggiando il brodo di cottura.
Superata la metà cottura aggiungere buona parte delle punte di asparagi. A cottura ultimata, spegnere, far riposare 15 secondi e amalgamare una noce di burro.
Versare nei piatti cospargendo di abbondante parmigiano reggiano grattugiato e guarnire ogni piatto con qualche punta.

016

Un risotto molto cremoso e delicatissimo che vi farà…

 
images2

… leccare i baffi!!!




14 commenti:

  1. Ciao cara!
    Condividendo la tua passione, come non ringraziarti di questa sorta di OPERA D'ARTE ?!?!?
    Grazie davvero, ha un'aria squisitissima...

    Grande abbraccio!

    M@ddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maddy che piacere rivederti qui :)
      Piatto vegetariano e gustosissimo, sarebbe bello mangiarlo insieme :)
      Chissà!!!

      Elimina
  2. In generale amo tutti i risotti... ma quello co gli asparagi.. non potrei farne a meno! è buonissimo e molto delicato!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Micol... passata la malinconia ?

      Elimina
  3. Mamma... mmmmm... mi sembra di sentirne il profumo! quasi quasi lo rifaccio nel fine settimana con gli asparagi di monte (io li adoro!!!) raccolti ieri dal mio babbo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, con quelli ti verrà ancora più gustoso! Ciao Cristina :)

      Elimina
  4. anche qui piacciono molto i risotti, e quello agli asparagi fra i primi della lista.
    bellissima la tua versione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gaia :)
      Credo che il risotto con gli asparagi sia il mio preferito in assoluto... o forse ai carciofi.... o forse ai funghi.... o forse al risotto!!!!!!

      Un abraccio

      Elimina
  5. ti capisco..io in una settimana con gli asparagi l'ho mangiato due volte ;-) che buono che è! ma lo sai che sta cosa delle foto con i baffi da leccarsi mi piace tantissimo?? brava, bacioni :-XX

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah! Sono contenta che ti piaccia :) Quando ho aperto il blog ho cercato un piccolo segno che lo distinguesse, un qualcosa che chiudesse sempre nello stesso modo i miei post. Ma soprattutto, prima di pubblicare una ricetta mi chiedo: merita quel finale? E' una ricetta da leccarsi i baffi? E se non lo merita, non la pubblico.

      Bacioni a te Sonia ♥

      Elimina
  6. Adori gli asparagi,questo risotto ha un aspetto favoloso ti copio subito al ricetta!!
    Un abbraccio Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari :))) Di solito sono io a copiare te ♥

      Elimina